Iniziative – Pronti per Attivi in Movimento, sabato l’ufficializzazione della collaborazione con la Coop. Il Quadrifoglio

ORVIETO – Che la nuova Orvieto Fc fosse nata per intendere lo sport in maniera diversa, era stato lampante sin dall’inizio, ma spesso le promesse non vengono mantenute. Non è questo il caso, il sodalizio capitanato dal presidente Roberto Lorenzotti sta lavorando a pieno regime per dare ai ragazzi e alle ragazze, più o meno piccoli, che si avvicinano alla società un servizio sempre maggiore e migliore, proprio in virtù di ciò ci si avvicina ad altre realtà per creare momenti di scambio e di crescita. E’ così che nasce la collaborazione con la Coop. Soc. Il Quadrifoglio, una collaborazione che sarà ufficializzata con una giornata-evento, agli impianti sportivi di Sferracavallo…
“Sarà la nostra prima uscita insieme alla Coop. Soc. Il Quadrifoglio – commenta il direttore generale orvietano Fabio Trincia – che intende essere l’inizio di una collaborazione che vorrà dare un prodotto diverso a chi si avvicina ed entra a far parte della nostra società. Perché la nostra scuola calcio non deve essere intesa solo come un insegnamento al gioco del pallone, ma come un percorso di vita che un bambino può fare da noi, dai 4-5 anni, fintanto che ne avrà voglia. Questa è stata un’iniziativa proposta dal nostro responsabile della scuola calcio Sandro Tonelli, che ha subito trovato l’approvazione della società, mia, e del presidente Lorenzotti”.
Ma dove può essere il punto d’incontro, tra Il Quadrifoglio, che da più di trent’anni opera nel sociale, offrendo anche servizi socio-sanitari?
“Questa collaborazione – commenta Raffaele Iacarella, psicologo e voce dei professionisti che prenderanno parte a questa collaborazione – sarà improntata a cercare di fornire a tutti i soggetti che orbitano nell’ambito dell’Orvieto Fc, quindi giocatori, genitori, allenatori e perché no, anche i dirigenti, la cultura del benessere. Vorremmo che questa ‘cultura del benessere’ possa in qualche modo implementare tutta l’attività educativa della scuola calcio, intesa proprio su un’agenzia primariamente di educazione prima che di sport, ma in cui quest’ultimo debba essere lo strumento per l’integrazione di tutti i soggetti coinvolti”.
Come funzionerà questa collaborazione?
“E’ un progetto che prevede una serie di incontri e di interventi, a partire da gennaio sono ad arrivare a giugno, che come detto saranno aperti a tutti coloro che sono intorno alla scuola calcio. Spesso le figure come psicologi e psicopedagogisti vengono assimiliati al malessere delle persone, invece in questa circostanza serviranno a migliorare, la comunicazione e l’iterazione tra le parti, ma non solo”.
Come si svolgerà la giornata di sabato? “Si comincerà alle 15, con una serie di attività sportive, verranno coinvolte delle squadre dei ragazzini che frequentano la scuola calcio, e poi ci sarà una partita tra adulti, in cui scenderanno in campo, in modo prettamente ludico, due rappresentative, della nostra Coop. e dell’Orvieto Fc. Ma non solo, ci sarà uno spazio per i più piccoli che potranno giocare e fare amicize, e infine alle 17.00, ci sarà la vera e propria ufficializzazione in cui racconteremo ai presenti gli obiettivi e le finalità della collaborazione”.